Stampa questa pagina

Attività agriturismi – FAQ Presidenza del Consiglio

Si informa che è possibile reperire sul sito della Presidenza del Consiglio è presente una FAQ (http://www.governo.it/it/faq-fasedue - sezione Turismo) riguardante gli alberghi, i bed and breakfast e le altre strutture ricettive.

Le indicazioni riportate sono da considerarsi valide anche per gli agriturismi, non solo perché facenti parte delle “strutture ricettive”.

Evidenziamo di seguito alcuni punti fondamentali di suddette FAQ:

"Gli alberghi, i bed and breakfast e le altre strutture ricettive possono proseguire la propria attività, ma esclusivamente per le persone autorizzate a spostarsi secondo le previsioni normative vigenti e sempre nel rispetto delle prescrizioni igienico-sanitarie e della distanza interpersonale, evitando comunque di causare assembramenti negli spazi comuni o in prossimità degli accessi."

      Si ricorda che in relazione a quanto previsto dal DPCM 26 aprile 2020 sono consentiti solo gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità tra cui visita ai congiunti per motivi di salute.

È comunque fatto divieto a tutte le persone fisiche di trasferirsi o spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, in una regione diversa rispetto a quella in cui attualmente si trovano, salvo che per le motivazioni sopra citate.

NB: Sono vietati gli spostamenti per motivi turistici sull’intero territorio nazionale .

Per quanto riguarda la “responsabilità” di verificare la veridicità di suddetti presupposti, si specifica che: "non compete alla struttura turistico ricettiva la verifica della sussistenza dei presupposti che consentono lo spostamento delle persone fisiche. Tale compito è demandato alle autorità di pubblica sicurezza."

In merito  alla somministrazione di alimenti e bevande all’interno degli agriturismi,

si specifica che è possibile continuare a svolgere la propria attività esclusivamente in

favore degli ospiti di dette strutture e nel rispetto delle prescrizioni igienico-sanitarie

e della distanza interpersonale, evitando comunque di causare assembramenti.

Si sottolinea infine che a seguito delle novità introdotte dal DM 26 aprile 2020 non è più prevista la comunicazione al Prefetto.

A seguito di espressa richiesta fatta da parte di Confagricoltura al Governo in merito alla concessione delle stesse possibilità ottenute dalle strutture alberghiere agli agriturismi, a seguito del DM 25/03/20 del MISE,  questo aveva dapprima accettato quanto richiesto, ma aveva eliminato al momento della pubblicazione del DPCM del 26/04.dal sito della presidenza del consiglio la FAQ dedicata, che permetteva agli agriturismi di attenersi a specifiche indicazioni per poter proseguire la propria attività.

Siamo adesso lieti di comunicare che è nuovamente possibile consultare le FAQ sul sito della governo. Questo permette pertanto agli agriturismi un inizio di ripresa delle proprie attività, seppur con restrizioni.

L’obiettivo resta quello di poter creare le condizioni e i presupposti necessari per far ripartire quanto prima l’attività agrituristica sempre attendendosi alle disposizioni che le autorità competenti indicheranno.

Una possibilità potrebbe essere quella di ripristinare l’attività agrituristica di pari passo con le nuove direttive che il Governo fornirà soprattutto in merito agli spostamenti concessi agli utenti.